Rassegna Stampa: Luca Pisaroni

Rassegna Stampa: Marzo

Rassegna Stampa: Hilary Hahn & Andreas Haefliger

Comunicato Stampa: Hilary Hahn & Andreas Haefliger

Il prestigioso circuito internazionale di concerti ed eventi nelle dimore patrizie del Lazio e della Capitale entra nel vivo con la prima data aperta al pubblico, ospiti Hilary Hahn e Andreas Haefliger

sabato 15 gennaio Castello Ruspoli, Vignanello (VT) – dalle ore 15.30

E lo fa con artisti di straordinaria grandezza, offrendo un'occasione unica di ascoltarli in un contesto così intimo e ristretto, quasi riservato, dando la possibilità di trascorrere l'intera serata insieme condividendo l'esperienza con gli artisti in uno scenario di rara bellezza e suggestione.

Un evento che prenderà avvio alle ore 15.30 con una visita guidata del castello e del magnifico spazio esterno, uno dei giardini rinascimentali più importanti d'Europa con un parterre di rara bellezza. Vere e proprie sculture vegetali che hanno dato vita ad uno degli esempi più eleganti di giardino all'italiana rimasto intatto nei secoli. Ad accogliere il pubblico nella residenza rimasta attraverso i secoli di proprietà della stessa famiglia che ha custodito qui tutta la storia di generazioni, la padrona di casa Claudia Ruspoli insieme al direttore esecutivo Barrett Wissman.

All'imbrunire un gioco di luci, seguendo il profilo delle siepi di bossi, illuminerà il giardino creando un ricamo luminoso che resterà visibile anche dalla sala del concerto creando quasi una performance di light art open air. Un disegno geometrico astratto che sembra animarsi e creare un connubio spettacolare di grande suggestione che perdurerà fino a conclusione dell'evento.

Mai come in questa data però tutta l'attenzione è sulla musica. Preceduto da un brindisi con un calice di bollicine nel Salone principale inizia il concerto. In scena la violinista Hilary Hahn e il pianista Andreas Haefliger insieme per un programma di sonate per violino e pianoforte di Ludwig van Beethoven. Al violino peraltro Beethoven ha dedicato alcune delle pagine più belle, tra cui il Concerto in Re maggiore e diverse sonate, il 15 gennaio Hilary Hahn e Andreas Haefliger suoneranno per il pubblico di Domus Artium due delle sonate più famose, la celebre Sonata op. 47 detta “a Kreutzer” e la Sonata op. 96.

Tre Grammy e più di 20 album, geniale e dissacrante nel suo approccio alla musica, la violinista americana Hilary Hahn, 42 anni, è una delle più apprezzate violiniste della scena contemporanea. Un'icona che affascina anche il mondo dei più giovani con una forte carica umana e una straordinaria energia. Fonde musicalità espressiva, grande capacità tecnica e un variegato repertorio dettato dalla sua curiosità artistica. Oltre che come solista, si è esibita con le più famose orchestre, come la London Symphony Orchestra, la New York Philharmonic, la Stuttgart Radio Symphony Orchestra e la Singapore Symphony Orchestra. Sin dall’inizio della carriera, Hilary Hahn ha sempre avuto un rapporto stretto con i suoi sostenitori, sempre pronta a concedersi per autografi e dediche alla fine di ogni concerto. Super attiva sui social, contravviene alla immagine stereotipata del musicista classico, spesso distaccato e arroccato sul podio di una supposta cultura elitaria. E anche proprio per questo suo essere così anticonvenzionale il concerto di metà gennaio in un format così originale si annuncia come data unica di straordinario appeal.

Andreas Haefliger, discendente da una famiglia di musicisti, è noto per la sua sensibilità, le intuizioni musicali sempre molto acute e il suo eccezionale pianismo. Rispetto alle sue esibizioni in concerto si parla per lui di una passione e un'umanità totalizzanti. Immerso sin dalla tenera età in un ambiente caratterizzato da un'arte spiccata e una straordinaria abilità vocale, ha acquisito così i princìpi di quello che sarebbe diventato uno specifico carattere vocale nel suo modo di suonare il pianoforte e un senso di lirismo naturale nella sua musica. Terminati gli studi si è da subito esibito con le maggiori orchestre americane ed europee tra cui la New York Philharmonic, la Chicago Symphony Orchestra, la Cleveland Orchestra, la London Symphony Orchestra, e riconosciuto sempre come un solista eccellente. Collabora regolarmente con i Festival di Lucerna e di Edimburgo, la Konzerthaus di Vienna e la Wigmore Hall, dove nel '22 terrà tre concerti, tra i quali proprio le sonate di Beethoven, con Hilary Hahn, con cui sarà anche in tournée in Giappone, Europa e Stati Uniti.

Tra le novità che lo riguardano, l'uscita nelle sale cinematografiche e on line delle registrazioni e riprese fatte durante il suo lockdown sulle Alpi svizzere quando ha eseguito la monumentale sonata Hammerklavier op.106 di Beethoven abbinandola a interviste con l'alpinista Dani Arnold nello splendido scenario di montagna. La fama di Haefliger come interprete estremamente acuto di Beethoven si è consolidata nel corso di vent'anni di esecuzioni e grazie soprattutto alla registrazione della sua serie "Perspectives", nella quale ha eseguito l'integrale delle opere solistiche di Beethoven accanto a opere di altri compositori. Alla luce anche di questo il concerto del 15 gennaio con un programma tutto dedicato a Beethoven acquista un appeal ancora maggiore.

Al termine del concerto si apre la serata conviviale, il pubblico si sposta nella Sala attigua dove ha inizio la cena rinfresco firmata da Silvia Regi Baracchi, nota chef stellata de Il Falconiere, wine resort di Cortona, in abbinamento ai vini prodotti dalla stessa azienda Baracchi. Una cucina la sua che regala ogni volta grazia e tecnica profonda ai più intensi e autentici sapori del territorio. Così come fortemente identificativi del territorio sono i grandi rossi che accompagneranno i piatti.

© 2021, Domus Artium

Richieste Generali: [email protected]

Contatto Ufficio Stampa: [email protected]

Press Coverage: Nina Kotova & Jean Yves Thibaudet

Rassegna Stampa: Nina Kotova & Jean Yves Thibaudet

Press Release: Nina Kotova & Jean Yves Thibaudet

Prestigious concerts and events in the patrician homes and palaces of Latium and Rome

Inauguration on Tuesday, November 16 at Castello Odescalchi, via del lago 1, Bracciano

with Nina Kotova and Jean-Yves Thibaudet

Presentation at 6 p.m.

On Tuesday, November 16, the impressive scenic setting of Castello Odescalchi in Bracciano, one of the most beautiful Renaissance residences in Europe less than an hour from the center of Rome, will host the inauguration of DOMUS ARTIUM, a prestigious cycle of cultural events, focused on classical music, which will involve urban and extra-urban patrician homes.

The residences, opened by the owner families, will be the setting for an unusual and highly qualified series of chamber music concerts with internationally renowned soloists who will perform outside the usual venues. This series starts with some dates already scheduled but is destined to grow and multiply the events. Beyond the musical performance, the concerts, opened to the public with tickets, will be an opportunity to admire the magnificence of artistic spaces not always easily accessible.

Following each event, there will be convivial moments, curated by the histrionic gastronomic and cultural animator and talent scout Andrea Petrini (creator of Gelinaz!), whose protagonists will be well-known Italian and international chefs who will sign taste experiences each time different. Partner Marchesi Antinori. The first event on November 16 will see the presence of Antonio Ziantoni, a young Michelin chef from Rome.

Together with the partner orchestra of Archi di Santa Cecilia conducted by Luigi Piovano (principal cello of the Orchestra di Santa Cecilia), Domus Artium will unites musicians with artists, dancers, chefs, curators, thinkers to collaborate with patrons of the arts in Rome in a series of events and performances in their own homes and palaces. They will recreate thus the centuries-old tradition of noble families who have always hosted culture in their homes in the form of concerts, art and convivial moments, giving hospitality and protection to artists. This is the case of the Castello Ruspoli of Vignanello that welcomed Georg Friedrich Händel several times.

"The challenge, at a time of revival of the arts and a new conviviality, is also to return to live performances and live experiences by bringing people together in contexts that are very iconic for their beauty and emotions, enhancing the moment of sharing. It is no coincidence that the opening concert will be held in one of the most scenic 15th century halls, while in the next room a beautiful stone fireplace will remain lit for the entire evening" - says Barrett Wissman, creator and executive director of the project.

Wissman, who on the evening of November 16th will welcome guests and artists together with the hostess Maria Pace Odescalchi, has always been a promoter, as President of IMG Artists, of great musical events in the world, brings to Domus Artium a long experience in the promotion of the arts conducted together with the Fondazione del Sole and already widely tested with the Tuscan Sun Festival in Cortona.

The opening evening at 7 p.m. will see Nina Kotova and Jean-Yves Thibaudet "making music" together in solo and duo performances. Born in Russia into a family of musicians and scientists, Nina Kotova, who made her debut as a soloist at Carnegie Hall with the Moscow Chamber Orchestra in 1999, captured the attention of the public and critics in Cortona in the early 2000s with the Tuscan Sun Festival, the great classical event that for ten years has occupied the cultural and social news as one of the most important festivals in Europe.

Described as "unforgettable, vibrant, passionate and inspired" and with a "powerfully expressive energy accompanied by a technique of supreme mastery." "A talent full of grace and spirit," Kotova, a model in the 1990s when Vogue and other fashion magazines repeatedly devoted their covers to her, made Elle Magazine's list of the 25 most intriguing people in the world.

On November 16, one month after the release of her new album with Warner Classics recorded with legendary pianist José Feghali and the first NFT made together with multimedia artist Sibylle Szaggars Redford, Nina Kotova returns to Italy and Rome as a soloist but also in the new role of artistic director of DOMUS ARTIUM of which she will be Music Director.

In an exceptionally almost "private" performance, the day after the performance at the Auditorium of Rome, on the evening of November 16, Jean-Yves Thibaudet, internationally renowned pianist who for more than thirty years has performed all over the world and recorded more than 50 albums, will give a performance of extraordinary uniqueness. His natural depth and charisma have made him one of the most requested soloists by international festivals and orchestras. Considered one of the world's finest pianists, he combines a poetic musical sensibility with astounding technical skill. "...every note he chisels is a pearl..." have written of him. He will perform musical works by Frescobaldi, Shostakovich, Debussy and Schumann.

To follow the date of Saturday, January 15, 2022 with the second location that will be the Ruspoli Castle of Vignanello (VT), medieval castle with inside one of the most important and exclusive Renaissance gardens and a parterre of rare beauty. To welcome the artists and the public there will be Claudia Ruspoli.

On stage the superstar violinist Hilary Hahn and pianist Andreas Haefliger who will play together for a program of Beethoven sonatas for violin and piano.

Third location on Saturday, February 5, 2022 Palazzo Doria Pamphilj hosted by Jonathan Doria Pamphilj with Italian bass-baritone Luca Pisaroni, who has established himself as one of the most charismatic and versatile singers performing today; the program will be a rare recital of his favorite arias.

On Saturday, March 12, 2022 Flavio Chigi will open the still almost secret Villa Chigi Sacchetti in the Pineta of Castel Fusano, a seventeenth-century jewel in a landscape of rare beauty a few kilometers from Rome. On stage a true world legend of classical guitar Angel Romero, an amazing career and one of the finest musicians.